Case del Quartiere a Torino, CasciNet e spazi di comunità

Case del Quartiere a Torino, CasciNet e spazi di comunità

In un tempo in cui la questione della vivibilità nei quartieri e nella città è centrale, da più parti si sperimentano Case del quartiere e Spazi di comunità, dove i cittadini tendono ad auto – organizzarsi per far fronte a problemi quotidiani e  a  dar  vita  ad  un  nuovo  modo  di  abitare la città. Pur  con  etichette  diverse,  Case  e Spazi hanno denominatori comuni: spazi fisici (case, cascine,  fabbriche,  …)   ma   soprattutto   spazi mentali ed emotivi, agorà sociali sostenute e valorizzate da operatori competenti, “cose da fare” attorno a cui aggregarsi, governance partecipata. 

A Torino, il 6-7 maggio 2016 ci ritroveremo per scoprire nuove modalità di relazione e convivenza, micro-pratiche innovative di natura socio-economica e nuove imprenditorialità. E per essere parte di un nuovo approccio alle questioni sociali.

CasciNet presenterà la sua esperienza venerdì 6 Maggio alle 18:20. Tutti gli interessati sono invitati a partecipare.

Per info: http://www.abitareunacasa.info/

 
Il programma

VENERDI’ ore 10 – 13 

Apertura e Saluti

Franco Floris, direttore di Animazione Sociale

Erika Mattarella, coordinatrice della Rete delle Case del Quartiere di Torino

Bertram  Niessen, associazione  “cheFare”

Marco Demarie, Compagia di San Paolo

 

Proiezione del video:
Il Manifesto delle Case del quartiere di Torino
a cura di Videocommunity

 Introduce Marialessandra Sabarino, Associazione Solea

Spazi sociali tra crisi dei legami e desiderio di generatività

Ugo Morelli

 Perchè abitare una Casa per abitare un quartiere

Lucia Bianco

 

ore 13,00 Pausa Pranzo

presso Osteria a corto raggio Andirivieni

 

 

VENERDI’ ore 14,30 – 17,30

 

SCAMBI & CONFRONTO

Lavoro a gruppi con esperienze italiane e straniere

 

1. Spazi per promuovere cittadinanza attiva

Quale ruolo svolgono gli Spazi nello sviluppo di comunità?

In che modo possono essere parte attiva nei territori?

* Relatore: Giovanni Campagnoli

* Coordinatore: Elena Carli – C.d.Q. Casa nel Parco

* Esperienze:

Centre Civic Cotxeres de Santos e Casinet d’Hostafrancs (Barcellona)

Ecomuseo Urbano Mare Memoria Viva (Palermo)

 

2. Sperimentare politica con i cittadini

Le Case possono essere “voce del territorio”?

L’agire quotidiano contribuisce a un nuovo immaginario della comunità?

* Relatore: Gabriele Rabaiotti

* Coordinatore:  Roberto Arnaudo – C.d.Q. San Salvario

* Esperienze:

Casa di quartiere di Alessandria

A di Città (Rosarno)

 

3. Auto-organizzazioni tra cittadini per nuovi modi di vivere

Gli Spazi di comunità possono offrire risposte alle attese

dei cittadini attraverso l’auto-organizzazione?

* Relatore: Luca Comello

* Coordinatore: Fernando Spalletta – C.d.Q. + Spazio Quattro

* Esperienze:

Community Land Trust (Bruxelles)

Fa bene (Torino)

 

4. Produrre beni comuni tra istituzioni e cittadini

Quali sono le possibili interazioni e collaborazioni

per produrre beni comuni, servizi, opportunità di inclusione?

* Relatore: Daniela Ciaffi

* Coordinatore: Vittorio Bianco – Portavoce Rete delle C.d.Q. Torino

* Esperienze:

Pilastro 16 (Bologna)

Giardino Tonolli (Torino)

 

5. Creatività, community-based e pubblici attivi

La creatività, la produzione culturale e artistica

possono alimentare l’apertura al futuro dei territori?

* Relatore:  Cristina Alga

* Coordinatore: Stefano Bosco –  C.d.Q. Vallette

* Esperienze:

International Munich Art Lab – IMAL (Monaco)

L’Asilo (Napoli)

 

6. L’operatore che sa fare spazio

Quali operatori sanno costruire gli spazi dell’incontro

togliendosi dal ruolo di protagonisti?

* Relatore:  Franco Floris

* Coordinatore: Stefania Ieluzzi – C.d.Q Cascina Roccafranca

* Esperienze:

Reti sociali (Bergamo)

Casa del quartiere di Trasta (Genova)

Casa del quartiere Donatello (Cuneo)

 

7. L’arte di inventare le risorse

Come inventare le risorse per sostenere e sviluppare i progetti?

Si può tenere in piedi un servizio senza sostegno pubblico?

* Relatore: Roberto Covolo

* Coordinatore: Simona Guandalini- C.d.Q Cecchi Point

* Esperienze:

Ex Fadda (San Vito dei Normanni)

Via Baltea 3 (Torino)

 

8. Spazi organizzati intorno a chi partecipa

Quali modelli organizzativi permettono alle Case di essere

aperte a tutti i cittadini e alle reti di partecipazione attiva?

* Relatore: Marco Martinetti

* Coordinatore: Stefano Romano – C.d.Q. + Spazio Quatttro

* Esperienze:

Idea store (Londra)

Cascinet (Milano)

 

 

Food Forest in CasciNet: piantumazione compiuta!

Food Forest in CasciNet: piantumazione compiuta!
Grazie al progetto Terra Chiama Milano e all’avvio della sperimentazione “Food Forest“, CasciNet punta a riscoprire come la natura si comportava prima che vi fosse l’intervento umano sulla terra ed a ricostruire un sistema autosufficiente, sostenibile e resiliente nei campi della nostra Cascina. La piantumazione iniziata in occasione di Green City Milano è ora conclusa. Nei campi della Cascina sono stati piantati alberi, arbusti e piante officinali, che cresceranno per diventare quel piccolo paradiso a Milano che vogliamo realizzare.
Ebbene si, la natura ha sempre dato frutto prima che vi fosse l’intervento artificiale dell’uomo, che ha portato la terra a dare il massimo rendimento agricolo con un corposo apporto lavorativo ed un sempre più chiaro impoverimento del terreno stesso.
CasciNet coi suoi orti ed alla sua foresta commestibile vuole riscoprire e far riscoprire i meccanismi naturali di mutua protezione propri degli orti sinergici e delle tecniche di permacultura applicate in agricoltura.
Attraverso queste tecniche, infatti, la terra da’ circa la metà del frutto che si ricava per metro quadro dalle agricolture intensive con solo un decimo dell’energia umana necessaria per le ultime. Questo porta l’efficacia di produzione ad essere 5 volte maggiore rispetto alle tecniche di coltivazione intensive più diffuse.
Siamo convinti di essere seme di una vera e propria rivoluzione agricola che ci sorprenderà nei prossimi anni, soprattutto perchè le nostre tecniche restituiscono alla terra la propria forza e la rendono resiliente come resiliente è la comunità dei soci di CasciNet, appassionati del nostro progetto agricolo.

Pranziamo in CasciNet!

Pranziamo in CasciNet!

Dopo l’esperienza della domenica di Cascine Aperte e dopo i tanti pranzi domenicali in Cascina, CasciNet finalmente ha un calendario fino al 2016!

Quasi una volta al mese, tutti i soci sono invitati in Cascina ad essere… ospiti di CasciNet! Qualche volontario si alternerà per preparare per tutti e sarà per noi l’occasione per conoscerci e scoprire sempre di più dei vari progetti e della vita dell’associazione.

Ed allora, agenda alla mano, teniamoci liberi da altri impegni per queste date che saranno domeniche in CasciNet:

  • 18 ottobre
  • 15 novembre
  • 20 dicembre (pranzo/cena di Natale)
  • 31 dicembre (cena di capodanno)
  • 20 marzo (pranzo dell’equinozio di primavera)
  • 17 aprile
  • 15 maggio
  • 19 giugno (pranzo di inizio estate)
  • 17 luglio

Nelle altre domeniche, in Cascina sarà sempre possibile partecipare ai pranzi sociali condivisi: ognuno, come in un grande pic nic, porta qualcosa già pronto e si condivide insieme ciò che si è portato. Quale potrebbe essere la vostra ricetta per l’occasione?

Se volete partecipare ai pranzi sociali e per tutte le info, scrivete a info@cascinet.it

Terra Chiama Milano: è in arrivo la nuova stagione!

Terra Chiama Milano: è in arrivo la nuova stagione!

Terra Chiama Milano ci ha accompagnato in un anno davvero speciale. Lo spazio dedicato agli orti è diventato sempre più grande e più curato; gli ortisti sono una community attiva e profondamente legata, che si sta impegnando nella cura di quello che sa essere un vero bene comune: la terra!

Domenica 13 Settembre alle ore 15.00 tutti gli ortisti sono invitati a partecipare all’incontro organizzato per condividere:

  • la chiusura della stagione 2014-2015 e
  • l’inizio della nuova stagione 2015-2016.

Il 21 Settembre, inoltre, si apre la nuova stagione degli orti. L’assegnazione degli orti è annuale, di settembre in settembre, e tantissime sono le richieste per rinnovare la propria partecipazione o per avere l’assegnazione di un bancale. Se siete interessati a far parte della community, potete scrivere a TerraChiamaMilano@gmail.com

Affrettatevi! E’ davvero il momento giusto per farlo!

Piantumazione e avvio laboratorio erboristico: l’anima green di CasciNet prende vita

Piantumazione e avvio laboratorio erboristico: l’anima green di CasciNet prende vita

Chi è venuto in Cascina conosce bene quanto sono estesi i campi che la circondano e come CasciNet attraverso il progetto Terra Chiama Milano. Gli orti condivisi coinvolgono ben più di 50 ortisti ed essi costituiscono una vera e propria community, che vuole seguire i principi della permacultura e quindi della socialità, della sostenibilità economica ed ambientale, nonché della filiera corta, del riciclo e del riuso.

In CasciNet non si tratta solo di imparare l’agricoltura, ma di viverne l’essenza e di trasmetterne i valori attraverso la pratica quotidiana.

Terra Chiama Milano, come sapete, vuole rivitalizzare le pertinenze di Cascina Sant’Ambrogio anche laddove non sono presenti i campi coltivati ad orto, per creare uno spazio verde che vuole diventare in un domani (magari non lontano) Food Forest, un giardino foresta composto da alberi, arbusti, cespugli, rampicanti, piante erbacee perenni da foglia, da radice, piante acquatiche e funghi, che producano frutti, foglie, fiori, radici e legna, utilizzabili in cucina, in erboristeria o come alimento per i nostri animali. Un piccolo paradiso in cui tutto intorno a noi è in perfetta simbiosi, si autoalimenta e si auto-sostiene e garantisce una cascina sempre più accessibile.

Un altro obiettivo è la sensibilizzazione ad un importantissimo tema “la compensazione delle emissioni di CO2” tramite la piantumazione di alberi. Come tutti di voi sapranno, la CO2 contribuisce alla formazione del buco nell’ozono e gli alberi “mangiano” la CO2, quindi piantare un albero significa garantisce una qualità della vita migliore e duratura per noi e per il nostro prossimo.

La prima azione per raggiungere questi obiettivi é la piantumazione di 30 alberi da frutto e 80 piante officinali/aromatiche secondo le linee guida sinora seguite dal progetto Terra Chiama Milano, cioè la permacultura, negli spazi ora non coltivati che circondano la Cascina.

Dalla prima azione discende la seconda. Le erbe aromatiche ed officinali coltivate ed integrate con le erbe selvatiche, che crescono spontaneamente nei terreni di pertinenza della Cascina devono essere lavorate per dar vita a oli essenziali e prodotti erboristici di ogni genere in un laboratorio attrezzato che CasciNet intende attivare in loco.

A brevissimo altri dettagli su questi prossimi passi.

22 Luglio: Janghi ONLUS in Cascina

22 Luglio:  Janghi ONLUS in Cascina

JANGHI significa “andare a scuola” in Woloff, che è la lingua più parlata in Senegal. L’obiettivo di JANGHI è inserire nel sistema educativo i bambini Africani che ne sono stati esclusi, favorire una prospettiva futura più solida, che pur tenendo conto dei valori e tradizioni della loro cultura ed educazione, permetta anche ai bambini più poveri o in situazioni difficili di avere, attraverso l’educazione, strumenti di crescita economica e intellettuale che possano portare con sé nelle loro case, nei loro villaggi, nel loro paese.

In occasione della visita della presidente onoraria da Dakar, Janghi Onlus organizza un buffet a base di cucina senegalese in Cascina Sant’Ambrogio. Sarà l’occasione per presentare l’associazione ed i suoi progetti, ma anche i tanti obiettivi raggiunti.
A seguire, la serata ci regalerà musica reggae senegale

Tutto il ricavato della serata sarà devoluto ai bambini di Janghi. CasciNet vi aspetta numerosi.

Per scoprire Janghi Onlus, cliccate qui.

Sant’Ambrogio: una rete sempre più grande

Sant’Ambrogio: una rete sempre più grande

La Festa di Sant’Ambrogio del fine settimana appena trascorso è stata occasione per CasciNet per entrare in contatto con tanti protagonisti del mondo associativo milanese, a partire da quello che ruota intorno al Festival Give!2014.

Lo spirito di collaborazione che ha caratterizzato queste giornate ha fatto condividere a CasciNet anche i diversi percorsi che i vari gruppi stanno percorrendo e riacceso l’entusiasmo nell’azione di ristrutturazione e riqualificazione di Cascina Sant’Ambrogio per farne uno spazio di accoglienza, ospitalità, condivisione e contaminazione.

Ed ecco quindi che sabato 13 Cascina Sant’Ambrogio ospita dalle ore 9:30 la giornata Raku e già domenica 14 dicembre è in programma “Aspettando il Natale in Cascina”, una festa organizzata dell’associazione Raggi di Luce in collaborazione con Terra chiama Milano.

Sempre sabato 13 e domenica 14 dicembre dalle 9 alle 19 siamo invitati presso il CSE di via Monte Velino 17, ove l’associazione La Nostra Comunità propone “Accendi il tuo Natale”, la mostra di oggetti realizzati dai ragazzi con disabilità del servizio Insieme Creativi.

Da mettere in agenda anche gli ultimi tre eventi del Festival!2014 del 9, 11 e 12 Dicembre, aperti a tutti coloro che vogliono partecipare.

Ci resta ancora una domanda: sta ancora pensando qualcosa CasciNet per le prossime feste?

WP-Backgrounds Lite by InoPlugs Web Design and Juwelier Schönmann 1010 Wien
Vai alla barra degli strumenti